Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Castelletto d'Erro

Servizi di futura attivazione Servizi on-line Bilanci Come fare per Elenco Siti Tematici Albo pretorio
Comune di Castelletto d'Erro - Storia
Piemonte --- Alessandria
COSA VEDERE

E' una delle vette dell’alto Monferrato a ridosso delle Langhe con la sua torre di guardia della Valle Erro in direzione di Acqui.

Il panorama è eccezionale: accompagnati dalle fragranze di pesche e fragole, glorie gastronomiche del paese, dalla bontà di piccoli frutti e dai profumi delle erbe officinali, dalla delizia di formaggi di capre e pecore, cogliamo con un solo colpo d'occhio tutto il territorio. Lo sguardo spazia all'infinito dalle Langhe di Roccaverano all'Appennino ligure alla pianura alessandrina, con, sullo sfondo, la chiostra alpina dal Monviso ai monti lombardi.

Da visitare:

Torre: Il complesso fortificato con una torre a base quadrata, con classico coronamento sommitale ad archetti ciechi e porta di ingresso sopraelevata, con qualche resto di mura e torrette laterali rotonde utilizzate esclusivamente per scopi militari. Dal prato circostante, amplissimo panorama su tutto l'Acquese.

Parrocchiale dell'Annunziata: La chiesa parrocchiale, dedicata all'Annunziata, risale nelle sue forme originarie al tardo Rinascimento, ma ha subito numerose modifiche e ristrutturazioni. All'interno possiede vari dipinti attribuiti al ponzonese Pietro Ivaldi, detto "Il Muto", pittore ottocentesco di maniera molto attivo in zona.

Chiesetta di Sant'Onorato: La chiesetta di Sant'Onorato, sulla strada che scende a Melazzo, la più antica del paese: di semplici forme con abside rettangolare, conserva all'interno tracce di affreschi cinquecenteschi raffiguranti un martire in vesti di soldato romano.
Sulla collina di fronte si trova il castelliere della "Tinazza", già in comune di Melazzo ma appartenente al medesimo complesso difensivo di Castelletto; ormai in stato di avanzato degrado, è una interessante testimonianza di architettura militare del tardo medioevo.